Mercoledì, 19 Aprile 2017

La sfida a colpi di business plan

100 STUDENTI MBA DI 20 BUSINESS SCHOOL DA TUTTO IL MONDO HANNO PARTECIPATO ALLA 3A EDIZIONE DELL'INTERNATIONAL COMPETITION IN FINANCE ORGANIZZATA DAL FINANCE CLUB DI SDA BOCCONI

Una sfida intensa a colpi di analisi, strategie e idee innovative per 100 studenti MBA da tutto il mondo nella 3a edizione dell’International Competition in Finance organizzata dal Finance Club dell’MBA di SDA Bocconi, con il supporto di SDA Bocconi e con il sostegno di Bain & Company, Edison e Unicredit.

Oltre il team di SDA Bocconi, hanno partecipato: London Business School, Alliance Manchester Business School, Imperial College, Cranfield, Saïd (Oxford) e Judge (Cambridge) dalla Gran Bretagna; la Chinese University of Hong Kong (CUHK); University St.Gallen dalla Svizzera; McGill University dal Canada; ESADE e IE dalla Spagna; INSEAD e HEC dalla Francia; ESMT Berlin e Frankfurt School of Finance & Management dalla Germania; Rotterdam School of Management e TIAS Business School dall’Olanda; e le italiane Luiss e Bologna Business School.
 
Il case study, proposto da Bain e Edison, verteva sul settore della mobilità innovativa e ha visto una prima parte di lavoro, preparata nei giorni precedenti, sul business plan di un’utility elettrica che desidera entrare nel mercato delle auto elettriche e del car-sharing. La seconda parte, preparata nella mattinata della competition, ha visto i team preparare un più dettagliato piano di strategia per crescere nel mercato, con analisi degli aspetti di pricing e marketing. Dopo un primo round di eliminazione, il round finale, davanti a una giuria di docenti SDA e di sponsor, ha coinvolto  i team di McGill, Esade, HEC e dellla Chinese University of Hong Kong, a cui è andata la vittoria finale e il premio di 5.000 euro.


 
“La case study è stata veramente interessante, su un tema molto originale e attuale. Ed anche molto sfidante – dovendo mettere insieme una presentazione con le idee di 5 persone in così poco tempo,” spiega Andrea Di Marco, vice presidente del Finance Club. “Organizzare questo evento, portando a Milano 20 scuole da tutto il mondo, è stato molto impegnativo ma la soddisfazione della buon riuscita ha ripagato tutto. La sfida e i vari momenti di relax e networking hanno unito tutti i partecipanti e si è creato un bel clima.”