RIPENSARE LA FILIERA DEI SERVIZI PER GLI ANZIANI: PRESA IN CARICO INTEGRATA

Calendario

3 giorni 14-16 maggio  2018


Perchè partecipare

Il corso offre una panoramica sul tema degli strumenti manageriali utili a supportare un’efficace integrazione nei processi di presa in carico, sia dal punto di vista organizzativo che rispetto ai rapporti con le famiglie. Si propone inoltre di presentare casi concreti di innovazione dei servizi per gli anziani anche grazie a testimonianze dirette da parte di key players del settore.

 

La presa in carico degli anziani è un tema di grande rilevanza sia per gli attori pubblici che governano il sistema, che per i gestori dei servizi ma, forse più di ogni altro, per la famiglia. Come arrivare ad una presa in carico integrata che includa i servizi pubblici e quelli gestiti direttamente dalle famiglie? Come riuscire a ricomporre la filiera dei servizi per gli anziani dall’ospedale al domicilio? Il corso ha l’obiettivo di presentare tutti i possibili strumenti per ripensare la presa in carico degli anziani su più fronti: rispetto al governo della rete dei servizi, rispetto alle modalità di accompagnamento delle
famiglie e rispetto alla progettazione di servizi innovativi. Verranno presentati sia strumenti manageriali che esempi concreti anche grazie a testimonianze dirette da parte di key players del settore su esperienze di successo.


I temi trattati

Il settore dei servizi per gli anziani è caratterizzato da una profonda frammentazione che riguarda attori coinvolti, risorse pubbliche e private e servizi offerti. Queste caratteristiche fanno sì che la risposta fornita agli anziani risenta di un disallineamento rispetto ai bisogni e al valore atteso dagli utenti, talvolta anche con una spesa pubblica inefficace. Le famiglie si trovano ad auto-organizzarsi, l’attività dei gestori dei servizi è influenzata dalla variabilità dei contesti di riferimento, la committenza pubblica risente di una logica per silos che impedisce di integrare setting assistenziali diversi.
Esistono tuttavia degli strumenti manageriali che, proprio a partire da una visione di filiera permettono di superare queste criticità, favorendo la ricomposizione nel settore. Il corso tratterà il tema degli strumenti manageriali che possono supportare una maggiore integrazione nel settore e nei processi di presa in carico (ad esempio utilizzo di sistemi informativi, introduzione di PUA, introduzione di incentivi, modalità di lavoro in equipe, gestione degli acquisti, dei sistemi informativi...) e presenterà alcuni casi nazionali e internazionali che mostrano come la riprogettazione dei servizi (dell'assistenza domiciliare ma anche dei servizi residenziali) possa favorire la ricomposizione del settore migliorando il livello di presa in carico delle famiglie.


A chi è diretto

Manager pubblici e professionisti del settore privato che si occupano del settore sociosanitario ed in particolare degliinterventi per la non autosufficienza:

● Per le aziende sanitarie: professionisti dalle Direzioni sociali e sociosanitarie, responsabili dei servizi sociosanitari per non autosufficienti, responsabili dell’integrazione sociosanitaria, coordinatori di Distretto e figure simili.
● Per gli enti locali e le Regioni: dirigenti del settore sociale e sanitario, responsabili dei servizi per anziani, responsabili dei Fondi Non Autosufficienza, coordinatori dei Piani di Zona, e figure simili.
● Per il settore privato: manager e responsabili dei servizi di aziende private profit e non profit che operano nel settore dell’assistenza agli anziani non autosufficienti ma anche nel settore sanitario e della riabilitazione.


Prezzo:

€ 1600.00 + IVA